Vuoi sapere come ridurre stanchezza e affaticamento affidandoti a rimedi naturali?

Sappiamo bene che i cambi di stagione e i relativi sbalzi di temperatura sono la causa più comune dei malesseri di stagione, dovuti ad un indebolimento del sistema immunitario. Sebbene il nostro organismo sia perfettamente in grado di adattarsi a diverse condizioni, talvolta anche estreme e a reagire ai mutamenti repentini tipici del passaggio da una stagione all’altra, in alcuni soggetti più predisposti questa condizione può generare stress ed indebolimento generale. Tra i disagi sperimentati in questo particolare periodo sono da considerare stress, spossatezza e insonnia, accompagnati spesso da stanchezza e cattivo umore.

Esistono rimedi naturali per supportare l’organismo a ritrovare le energie sufficienti per affrontare la giornata? Continua a leggere l’articolo per scoprirlo!

come ridurre stanchezza e affaticamento

Stanchezza e affaticamento: quali sono le cause?

Nei casi più comuni stanchezza e affaticamento non sono dovute a particolari patologie: i cambi di stagione, con i suoi repentini sbalzi di temperatura, possono mettere alla prova l’organismo e creare diversi sbalzi ormonali, come ad esempio l’aumento o diminuzione della melatonina e l’aumento del cortisolo. Anche temperatura e pressione arteriosa possono subire inaspettate variazioni e contribuiscono a indebolire le nostre difese immunitarie, necessarie per proteggerci dai malanni stagionali. Il senso di stanchezza può avere numerose cause:

  • Psicologiche e psicosociali: stress, ansia e depressione in ambito familiare e lavorativo
  • Fisiologiche: gravidanza, allattamento, mancanza di sonno
  • Legate allo stile di vita, come alimentazione scorretta ed eccessiva attività fisica.

Sono tanti i casi di stanchezza dovuti al cattivo riposo nelle ore notturne. A causare queste problematiche può essere la presenza di apparecchi elettronici fonti luminose capaci di interferire con il rilascio naturale di melatonina. Bisogna fare attenzione anche alla temperatura della stanza che non dovrebbe superare i 19 gradi centigradi e al livello di umidità.

come ridurre stanchezza e affaticamento

Sintomi di stanchezza e affaticamento

I sintomi di questa condizione di costante fatica e debilitazione generalizzata alterano il benessere fisico e mente. La stanchezza può ad esempio renderci difficile la concentrazione, l’interesse per le normali attività quotidiane e le relazioni con gli altri. Si può provare un senso di apatia depressione, ansia, nervosismo, spesso amplificate da insonnia, tachicardia, cefalea. Spesso sono presenti anche dolori muscolari, occhi stanchi e un costante senso di stordimento.

Come ridurre stanchezza e affaticamento con sane abitudini

Ci sono alcuni consigli utili da tenere a mente per garantire il benessere psicofisico quando non vi sono cause mediche dietro all’affaticamento. Vediamone alcuni:

  1. dormire almeno 8 ore al giorno cercando di svegliarsi sempre alla stessa ora per migliorare la qualità del sonno;
  2. prediligere un’alimentazione equilibrata e varia per evitare che l’organismo subisca una carenza di energia, con pasti leggeri per non sovraccaricare il tratto gastrointestinale. È importante assumere spesso cibi ricchi di potassio e magnesio;
  3. praticare attività fisica, che aumenta il rilascio dell’endorfine, per migliorare la qualità del sonno e l’umore;
  4. trascorrere del tempo all’aria aperta poiché la luce aiuta il cervello a produrre serotonina, l’ormone del buon umore.

In periodi di stress fisico o psicologico, durante i cambi di stagione e nei momenti in cui ne senti più necessità puoi affidarti ad integratori contro affaticamento e stanchezza come InoSAMe Brain, a base di componenti attivi come: S-Adenosil-L-MetioninaInositolo Magnesio. L’azione combinata dei suoi ingredienti aiuta a riequilibrare la condizione psico-emotiva e a garantire un sonno ristoratore.

Scopri qui i benefici di InoSAMe Brain!